La Depressione cos’é?

Tutti abbiamo un’idea generale di “cos’è la depressione?” Se una persona è triste, cupa o sentendosi bassa, è depressa. Ma quando parliamo del disturbo della depressione, c’è una differenza.

Sentirsi tristi, disperati, a pezzi, soli o “depressi” sono cose comuni nella vita. Non puoi etichettare una persona con un disturbo depressivo a causa della sensazione di tristezza. Ogni persona prova queste emozioni nella sua vita, quando si verifica un evento infelice, triste, triste, miserabile o triste. Questa è solo depressione, lo stato di essere depressi o tristi, ma se la persona non è in grado di andare avanti dopo un periodo di tempo ragionevole, questo è “disturbo della depressione”.

DEFINIZIONE DI DEPRESSIONE

“Uno stato mentale o un disturbo mentale cronico caratterizzato da sentimenti di tristezza, solitudine, disperazione, bassa autostima e rimprovero; i segni di accompagnamento includono ritardo psicomotorio (o meno frequentemente agitazione), ritiro dal contatto sociale e stati vegetativi come perdita di appetito e insonnia. ”

Una cosa importante da notare qui è che una persona con depressione clinica non è una persona debole. Spesso una persona depressa viene erroneamente percepita come una persona debole che non può sopportare i problemi della vita e affrontarli. Questo è un concetto sbagliato e la gente non dovrebbe pensare in questo modo. La depressione clinica è una malattia – un disturbo. La depressione funziona allo stesso modo di qualsiasi altro disturbo o malattia, ad esempio ulcera, cancro, tubercolosi. Dal momento che una persona non può fare molto contro quei disturbi e malattie, una persona non può resistere alla depressione – depressione clinica, senza un trattamento adeguato.

 

SINTOMI E SEGNI DI DEPRESSIONE:

1. La depressione è uno stato di tristezza.

2. Il disturbo depressivo è definito depressione clinica.

3. La depressione clinica non è la stessa dei nostri soliti sentimenti di tristezza. È un disturbo che richiede un’attenzione e un trattamento adeguato.

4. Una persona con disturbo da depressione non è una persona debole. Soffre solo di un disturbo / malattia, su cui non ha alcun comando.

Perché le persone si deprimono

Molte persone si sentono  tristi o depresse, sentirsi depressi può essere una normale reazione alla perdita, alle lotte della vita o all’autostima ferita.

Ma quando i sentimenti di intensa tristezza – incluso sentirsi impotenti, senza speranza e senza valore – durano per molti giorni o settimane e ti impediscono di funzionare normalmente, la tua depressione può essere qualcosa di più della tristezza. Potrebbe benissimo essere la depressione clinica, una condizione medica curabile.

Come fai a sapere se hai la depressione?

Secondo il DSM-IV, un manuale utilizzato per diagnosticare i disturbi mentali, la depressione si verifica quando si hanno almeno cinque dei seguenti sintomi contemporaneamente:

– Uno stato d’animo depresso per gran parte della giornata, in particolare al mattino

– Affaticamento o perdita di energia quasi ogni giorno

– Sensazioni di inutilità o senso di colpa quasi ogni giorno

– Concentrazione compromessa, indecisione

– Insonnia (incapacità di dormire) o ipersonica (sonno eccessivo) quasi ogni giorno

– Interesse o piacere notevolmente diminuiti in quasi tutte le attività quasi ogni giorno

– Pensieri ricorrenti di morte o suicidio (non solo temendo la morte)

– Senso di irrequietezza o rallentamento

– Significativa perdita di peso o aumento di peso

Un segno chiave della depressione è l’umore depresso o la perdita di interesse per le attività che una volta ti sono piaciute. Per una diagnosi di depressione, questi segni dovrebbero essere presenti quasi tutto il giorno o quasi ogni giorno per almeno due settimane. Inoltre, i sintomi depressivi devono causare disagio o compromissione clinicamente significativi. Non possono essere dovuti agli effetti diretti di una sostanza, ad esempio un farmaco o un farmaco. Né possono essere il risultato di una condizione medica come l’ipotiroidismo. Infine, i sintomi che si verificano entro due mesi dalla perdita della persona amata non sono considerati depressione clinica.

Secondo il National Institute of Mental Health, le persone con malattie depressive non presentano gli stessi sintomi. Quanto sono gravi, quanto frequentemente e quanto durano varieranno a seconda dell’individuo e della sua particolare malattia.

Qui ci sono sintomi comuni persone con esperienza di depressione:

– Difficoltà a concentrarsi, a ricordare i dettagli e a prendere decisioni

– Affaticamento e riduzione dell’energia

– Sensi di colpa, inutilità e / o impotenza

– Sensazione di disperazione e / o pessimismo

– Insonnia, veglia mattutina o sonno eccessivo

– Irritabilità, irrequietezza

– Perdita di interesse per attività o hobby una volta piacevole, incluso il sesso

– Perdita di piacere nella vita

– Eccesso di cibo o perdita di appetito

– Dolori o dolori persistenti, mal di testa, crampi o problemi digestivi che non si attenuano nemmeno con il trattamento

– Persistente sentimenti tristi, ansiosi o “vuoti”

– Pensieri suicidi o tentativi di suicidio

Mentre questi sono sintomi comuni della depressione, possono anche verificarsi in schemi. Ad esempio, una persona può sperimentare depressione con mania o ipomania, una condizione a volte chiamata depressione maniacale o disturbo bipolare. Oppure i sintomi possono essere stagionali come nel caso del disturbo affettivo stagionale.

Esistono diversi tipi di depressione maniacale. Le persone con disturbo bipolare II presentano almeno un episodio di depressione maggiore e almeno un episodio ipo-maniacale di lieve euforia o episodio elevato. Le persone con disturbo bipolare I hanno una storia di almeno un episodio maniacale – euforia estrema o episodio elevato, con o senza episodi depressivi maggiori passati. Un paziente con depressione unipolare ha solo una depressione maggiore e non ha ipomania o mania.

Tipi di depressione

Tutti i tipi di depressione non sono uguali. La depressione maggiore nota anche come depressione clinica e depressione cronica, nota anche come distimia, sono i tipi più comuni. Ma ci sono anche altri tipi di depressione con segni, sintomi e trattamento unici.

Che cos’è il disturbo depressivo maggiore

Secondo il National Institute of Mental Health, il disturbo depressivo maggiore è caratterizzato da una combinazione di sintomi che interferiscono con la capacità di una persona di lavorare, dormire, studiare, mangiare e godersi attività piacevoli in passato.

Ci sono momenti in cui potresti sentirti triste, solo o senza speranza per alcuni giorni. Ma la depressione maggiore – la depressione clinica – dura più a lungo ed è disabilitante. Può impedirti di funzionare normalmente. Un episodio di depressione clinica può verificarsi solo una volta nella vita di una persona. Più spesso, tuttavia, ricorre per tutta la vita di una persona.

Inoltre, con la depressione maggiore, uno dei sintomi deve essere l’umore depresso o la perdita di interesse. I sintomi dovrebbero essere presenti quotidianamente o per gran parte della giornata o quasi ogni giorno per almeno due settimane. Inoltre, i sintomi depressivi devono causare disagio clinicamente significativo o compromissione del funzionamento. I sintomi non possono essere dovuti agli effetti diretti di una sostanza – abuso di droghe, farmaci – o una condizione medica, come l’ipotiroidismo, né si verificano entro due mesi dalla perdita della persona amata.

Che cos’è la depressione cronica

La depressione cronica, o distimia, è caratterizzata da un umore depresso a lungo termine (due anni o più). Esistono anche sintomi associati alla depressione maggiore ma non sufficienti per la diagnosi della depressione maggiore. La depressione cronica è meno grave della depressione maggiore e in genere non disabilita la persona. Se hai distimia o depressione cronica, potresti anche sperimentare uno o più episodi di depressione maggiore durante la tua vita

Che cos’è la depressione atipica

I sintomi chiave della depressione atipica includono:

– Eccesso di cibo

– Dormire troppo

– Affaticamento

– Estrema sensibilità al rifiuto

– Gli stati d’animo che peggiorano o migliorano in risposta diretta agli eventi

La depressione regolare – o “tipica”, d’altra parte, tende ad essere caratterizzata da tristezza pervasiva e da un modello di perdita di appetito e difficoltà ad addormentarsi o dormire.

Che cos’è la depressione bipolare o la depressione maniacale

Il disturbo bipolare – a volte indicato come depressione maniacale – è un disturbo dell’umore complesso che si alterna tra periodi di depressione clinica e periodi di euforia estrema o mania. Esistono due sottotipi di disturbo bipolare: bipolare I e bipolare II.

Con il disturbo bipolare I, i pazienti hanno una storia di almeno un episodio maniacale con o senza episodi depressivi maggiori.

Con il disturbo bipolare II, i pazienti hanno una storia di almeno un episodio di depressione maggiore e di almeno un episodio ipo-maniacale (lievemente euforico).

Come si può sapere se è necessario il trattamento per la depressione?

A volte ci sentiamo tutti giu ed è normale essere tristi in reazione a un evento infelice, stressante o traumatico. Il dolore seguirà la malattia o la morte di una persona cara, la perdita di una relazione stretta o la fine di un lavoro. Problemi finanziari o legali possono causare ansia e umore depresso.

Queste normali reazioni a tali situazioni sono definite disturbi dell’umore reattivo o disturbo dell’adattamento. La differenza tra qualcuno che sperimenta un disturbo dell’umore reattivo e qualcuno che è clinicamente depresso è Qualcuno con un disturbo dell’umore reattivo sarà presto in grado di mettere le cose in prospettiva e andare avanti con altre aree della vita. Una persona che è clinicamente depressa non è in grado di superare il dolore o la delusione – e talvolta il dolore è per ragioni non specifiche o vagamente definite. La depressione clinica può essere paragonata a un velo che offusca e opaca l’intera visione del mondo.

Una persona depressa potrebbe non riconoscere quando è presente un problema clinico. È facile spiegare i sintomi accusandoli di stress o eventi avversi e anche quando lo stress o gli eventi sono il fattore scatenante, capire la causa non è sempre sufficiente per sollevare la depressione. Semplicemente prendere una vacanza non “curerà” la depressione clinica, perchè la radice del problema sarà ancora presente al ritorno. È ragionevole chiedere a un caro amico o parente di dare un’opinione onesta su come pensano che l’individuo stia facendo. Potrebbe essere necessario un aiuto professionale se: è concordato che la persona non funziona bene Molti dei sintomi della depressione maggiore sono presenti da almeno due settimane

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *