6 cose da sapere quando parti con una nuova attività

La vita di un imprenditore può essere una vera montagna russa. Avendo avviato alcune attività nella mia carriera, ho pensato che sarebbe stato utile mettere in evidenza alcune delle esperienze conquistate duramente che ho imparato durante il processo: il tipo di consiglio che vorrei sapere quando ho iniziato la mia prima, o addirittura secondo, affari.

1. Non sottovalutare un piano aziendale

Se non stai cercando finanziamenti esterni all’inizio, sei tentato di rinunciare a scrivere un piano aziendale formale. Tuttavia, prendersi il tempo di scrivere il piano aziendale, le previsioni e la strategia di marketing è un modo particolarmente efficace per affinare la tua visione. Tutta la pianificazione dovrebbe incentrarsi su due domande essenziali: in che modo la mia azienda risponde a una particolare esigenza o punto dolente e rappresenta una grande opportunità di mercato?

Inoltre, non trascurare all’inizio la strategia di uscita. Vuoi che i tuoi figli prendano il controllo dell’azienda? Vuoi venderlo? È fondamentale pensare a queste domande fin dall’inizio, poiché i mattoni della tua azienda (come la struttura legale) dovrebbero variare a seconda del risultato finale preferito.

2. Non rimanere bloccato in passato

Mio marito ed io abbiamo lanciato il nostro primo servizio di archiviazione di documenti legali online nel 1997, per poi rientrare nel mercato con la nostra seconda società nel 2009. Mentre la nostra precedente esperienza ci ha sicuramente dato un vantaggio la seconda volta, ci siamo presto resi conto del panorama del mercato era cambiato radicalmente dalla nostra prima azienda. Abbiamo dovuto smettere di soffermarci sui concorrenti precedenti, sulle esigenze dei clienti e sulle aspettative di servizio e scrivere un nuovo playbook.

Il marketplace e il tuo business plan sono entità viventi; sono continuamente in flusso. Che si tratti della tua prima azienda o della quinta in un determinato mercato, devi continuare a chiederti: cosa dobbiamo fare oggi?

3. Non assumere amici

Formo rapidamente legami e faccio amicizia velocemente con le persone intorno a me. Mentre in genere lo considero un tratto positivo, ha creato alcune situazioni difficili durante la gestione di un’azienda. A volte sono stato riluttante a lasciare andare i dipendenti anche se so che non è adatto. Se le cose non vanno bene tra un dipendente e una startup, è tempo di mettere da parte i sentimenti e confidare che la persona troverà una situazione migliore altrove.
Annuncio pubblicitario
Soluzione di prodotto
Hai preso in considerazione il prestito per la tua azienda?

Fondi extra potrebbero aiutarti a dire di sì a nuove opportunità commerciali, assumere più personale o consolidare il debito.

Sfortunatamente, ho anche imparato che le persone possono deluderti, dalla pigrizia alla frode. Credo ancora che la fiducia nelle persone sia una buona cosa. Tuttavia, la fede cieca può causare problemi.

4. Non immergersi senza un piano

Proprio come il piano aziendale, è fondamentale riflettere su qualsiasi iniziativa che si desidera avviare. Quando sei nel bel mezzo della febbre di avvio, è facile rimanere avvolti da ogni nuova idea. Tuttavia, fai attenzione a perdere la concentrazione. Andare avanti è fondamentale per qualsiasi avvio e cambiare costantemente direzione può impedire questo progresso in avanti. Con ogni nuova idea, fai un passo indietro e pensa a come si adatta all’obiettivo e alla visione generali della tua azienda, quindi crea un piano su come realizzarlo.

5. Non cadere in una trappola di sconto

All’inizio, troppe giovani aziende sentono la pressione di scontare pesantemente i loro prezzi per guadagnare affari. Mentre l’acquisizione dei clienti è importante, attirare i clienti a livelli di prezzo insostenibili comporterà solo una corsa verso il basso. Dopo tutto, aumentare i prezzi dei beni e di determinati servizi può essere una proposta difficile. Abbiamo appreso che nel lungo periodo starai meglio concentrandoti su come portare più valore ai clienti, piuttosto che tagliare semplicemente i tuoi prezzi.

6. Non aver paura di fallire

L’allenatore di calcio Sven-Goran Eriksson una volta disse: “La più grande barriera al successo è la paura del fallimento”. Il percorso di un imprenditore è inesplorato e talvolta un po ‘accidentato. È facile essere stressati o assolutamente presi dal panico, ma non puoi lasciare che la paura ti impedisca di seguire i tuoi sogni. Pensala in questo modo: prima fallisci, più ti avvicini alla scoperta di ciò che funziona.

Conclusione

Anche se non puoi garantire il risultato di una nuova impresa, puoi accumulare le probabilità a tuo favore. Queste sono sei lezioni che ho imparato nel tempo e innumerevoli altre sono là fuori. Se sei aperto, puoi ottenere la saggezza da tutto ciò che provi e ottenere informazioni dagli altri imprenditori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *